EVA 23: esplorando nuove frontiere

Screenshot - 16_07_2013 , 15.46.40Ho gli occhi chiusi mentre ascolto la voce di Chris che scandisce la pressione dell’atmosfera all’interno dell’airlock, ormai vicina allo 0. Non è stanchezza, anzi: mi sento carico, come se elettricità, e non sangue, mi scorresse nelle vene, ma voglio essere sicuro di poter assaporare e ricordare tutto. Mi preparo mentalmente ad aprire il portello, perché sarò io a uscire per primo, e forse è una fortuna che sia notte: almeno non ci sarà nulla a distrarmi. Continua a leggere

Annunci

UN SOGNO, ”VOLARE”

Dal 29 Maggio 2013, l’astronauta Luca Parmitano passa sopra le nostre teste con la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ogni 90 minuti, a 400 Km di altezza e alla bellezza di 28.000 Km/h. E lo farà per i prossimi sei mesi fino a Novembre. Tra le mille cose che il suo incarico prevede come esperimenti scientifici, osservazioni, operazioni tecniche, camminate spaziali, Luca trova il tempo di scattare delle foto veramente fantastiche e di condividerle con migliaia di fan mediante i social network. Dire che tutto questo sia arte sembra un azzardo, forse non è lui l’artista, forse è solo un tramite che ci consente di emozionarci di fronte a paesaggi mozzafiato e a viste incredibili.

Credo che le espressioni più usate dalle persone che comunicano quotidianamente con Luca siano oltre che lo stupore, l’invidia di non poter vivere realmente questa esperienza fuori dal comune. Realmente nel senso della percezione fisica, poiché virtualmente possiamo essere con lui quasi giorno e notte con un semplice click.

La Sicilia capovolta, un mare azzurro infinito, la terra vista in un colpo d’occhio, esteticamente credo siano il massimo dell’espressione artistica anche se i soggetti ritratti sembrano disinteressati a quello che un corpo metallico grande meno di cento metri fa imperterrito ormai da anni, girando attorno a loro per la forza d’inerzia, non emettendo alcun suono, come potrebbe senza l’aria, illuminandosi solo con i riflessi del sole, ingrandendosi in continuazione per l’aggiunta di nuovi moduli, pezzi di un puzzle sconosciuto.

Siamo abituati da tempo a guardare lo spazio dall’oculare di un telescopio che ingrandisce stelle e pianeti rendendoceli familiari. Qui la prospettiva è rovesciata, gli astronauti sono dei puntini nello spazio, si affacciano dalla finestra e riconoscono la madre Terra senza lenti di mezzo.

Per seguire Luca Parmitano giorno dopo giorno:

http://blogs.esa.int/luca-parmitano/ il bolg della missione “Volare” dell’Agenzia Spaziale Europea – ESA

https://www.facebook.com/AstronautLucaParmitano la pagina Facebook

https://twitter.com/astro_luca il profilo Twitter e @astro_luca il suo account

http://www.flickr.com/photos/volaremission/ gli album fotografici

Inoltre, è possibile conoscere esattamente quando la ISS passa sopra di noi ricevendo un messaggio di posta elettronica del tipo: Time: Fri Jun 21/10:01 PM, Visible: 5 min, Max Height: 50 degrees, Appears: W, Disappears: SE  registrandosi al sito della NASA http://spotthestation.nasa.gov/sightings/ e vedere a occhio nudo un’immagina tipo questa:Raffela-1024x826