E’ un Picasso il quadro più caro del mondo

Nude, Green Leaves and Bust'

E’ stato venduto per 106,5 milioni di dollari  ad un’asta di Christie New York, il 5 maggio 2010       

Nude, Green Leaves and Bust’ del 1932, raffigura una delle amanti dell’artista spagnolo, Marie-Therese Walter, fu esposto al pubblico una sola volta nel 1951 e da allora entrò a far parte della collezione del magnate americano Frances Lasker Brody.       

Non c’è che dire, il mercato dell’arte non guarda in faccia a nessuna crisi, anzi procede imperterrito verso mete (di prezzo) sempre meno legate alla realtà.       

Non più tardi di 3 mesi fa, a febbraio 2010, “L’uomo che cammina I” di Alberto Giacometti era stato battuto all’asta per 104,3 milioni di dollari, e lo stesso Picasso nel 2004 aveva raggiunto la quota di 104,1 milioni con il “Ragazzo con la pipa”.       

Quanto poi a Van Gogh, “Il Ritratto del dottor Gachet” e stato venduto il 15 maggio 1990 da Christiès per 82,5 milioni di dollari al miliardario giapponese Saito. Si dice che quest’ultimo, morto nel 1998, avrebbe disposto nel testamento di essere cremato insieme alle cose più preziose che possedeva, tra le quali, appunto, il quadro di Van Gogh. Non si sa se, quindi, l’opera sia andata effettivamente perduta, o sia ben protetta in qualche caveau! 

L’uomo che cammina I

Ragazzo con la pipa

Il Ritratto del dottor Gachet

Annunci

A proposito di primavera

James Turrel

Robert Irwin

 

A proposito di primavera, non posso fare a meno di segnalarvi che oggi e domani il FAI Fondo Ambiente Italiano apre le porte a centinaia di beni artistici e paesaggistici in occasione della 18a Giornata di Primavera.  

In particolare vi suggerisco una gita fuori porta alla Villa Panza di Varese, che oltre ad avere un giardino all’italiana con vista sulla città, dispone di una collezione d’arte contemporanea e di arte ambientale.  

Robert Irwin ha creato per esempio un varco architettonico nella villa ottocentesca per incorniciare il giardino sottostante.  

James Turrel ha fissato il cielo attraverso un’apertura del soffitto. I quadri come potete immaginare sono dinamici, qualche bambino corre sul prato, qualche nuvola scappa portata dal vento …  

Il MAGA Apre con Modigliani

Ieri 20 Marzo 2010 è stato inaugurato il nuovo Museo Arte GAllarate con l’esposizione “Il mistico profano” dedicata ad Amedeo Modigliani.  MAGA

Una cinquantina di opere distribuite su due sale con documenti originali, fotografie e scritti, in un ambiente da archeologia industriale a contrasto con un’architettura modernissima.

La mostra sarà aperta fino al 19 Giugno 2010, dalle 9:30 alle 19:30, escluso il Lunedì.

Il MAGA dispone inoltre di una galleria permanente di 5000 tra dipinti e sculture di arte moderna e contemporanea con opere di Baj, Carrà, Treccani.